Tragedia di Sierre: aree di sosta mal concepite?

Commentando l’indicibile tragedia avvenuta nel tunnel di Sierre, diversi esperti, tra cui anche Daniel Menna portavoce dell’Ufficio prevenzione infortuni, si sono interrogati sul grado di sicurezza delle aree di emergenza realizzate nelle pareti del tunnel, a sapere se in queste nicchie la presenza di un muro ad angolo retto, e largo circa tre metri come nel caso Sierre, rifletta una concezione ottimale e adeguata degli standard di sicurezza.

Considerato che questo tipo di costruzione è molto diffuso nei tunnel svizzeri, chiedo al Consiglio federale di rispondere alle seguenti domande:

  1. esistono normative legali che stabiliscono le prescrizioni per la progettazione di tali aree di sosta nei tunnel svizzeri? In caso di risposta affermativa, nel caso concreto sono state rispettate?
  2. quante di queste nicchie o aree di sosta sono state realizzate con una parete ad angolo retto?
  3. esiste una casistica di incidenti da imputare alla particolare configurazione di nicchie ad angolo retto?
  4. per quale motivo non si privilegiano le nicchie con pareti oblique rispetto alla carreggiata?
  5. a seguito del gravissimo incidente di Sierre, vi sono provvedimenti che si intendono adottare per ovviare a questo pericolo e in generale per migliorare la sicurezza dei tunnel svizzeri?

 Fabio Regazzi,

Consigliere nazionale PPD

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *